Cotton Candy

fronte

Cotton Candy è nato molto prima che me ne accorgessi. Volevo dar voce a qualcosa che ha fatto molta fatica a materializzarsi concretamente, perché si muoveva in sordina. Ogni volta che iniziavo un pensiero riguardo all’esperienza del corpo toccavo punti ipersensibili e non riuscivo ad andare oltre. Così mi sono aperta all’incontro e al dialogo con altre donne, volevo andare oltre il mio vissuto per comprendere quello altrui e ritrovarmi nelle narrazioni.

Il corpo non è un’entità isolata dal mondo in cui si muove. Mi sono interrogata sui termini “difettoso” e “improduttivo” e sull’induzione all’essere necessariamente performante. Nonostante la grande consapevolezza non riuscivo a capire il motivo per cui non ci sentiamo bene in un corpo che cambia. Il cambiamento fisico è un evento inevitabile nel tempo ma può anche avvenire in maniera drastica. Soprattutto qui nasce lo scollamento, l’elaborazione richiesta è molto rapida ma il contenuto emotivo proporzionalmente ampio. Se fossimo abituate a pensare e definire la nostra identità corporea in maniera più aderente alla realtà, il sentimento di distacco da ciò che viene definita normalità forse sarebbe diverso. Ma questo concetto di realtà non è completo finché non si sviluppano discorsi che tengano conto delle sfaccettature che colorano l’identità femminile. La prospettiva sul corpo di una donna è sempre filtrata dallo sguardo maschile al punto da diventare pensiero socio culturale dominante. Il disagio per un corpo non più funzionale nasce dalla mancata realizzazione delle aspettative ambientali. Cosa vuole effettivamente un corpo per se stesso, al di là di ciò che dovrebbe volere? Emerge così una narrazione di significati prestabiliti imponenti anche in chi pensava di esserne libera con ripercussioni degne di essere viste. La ricerca visiva qui presente vorrei generasse un processo di liberazione e apertura rispetto alla definizione del sé.

Cotton Candy

Photographs:

© Marta Viola

Texts:

© Marta Viola + Marta Prandelli

Curatorship & Editing:

Francesco Rombaldi

Book Design:

Yogurt Creative Agency

Luigi Cecconi

Assistants:

Martina Scala, Roberto Muto, Gabriele Savanelli

Firts Edition published in Italy in 2021

Yogurt Editions - Rome

yogurtmagazine.com

All rights reserved

 

Printed in Italy by:

Varigrafica Alto Lazio

Cover:

La Legatoria Roma

Print Run: 

300 Copies

Paper: Munken Linx 150gr

ISBN: 978-88-946348-0-8

Puoi ordinare la tua copia qui